Decreto crescita - nuovo giro di "semplificazioni" in edilizia

08 Aprile 2019

Governa che vai... "semplificazioni" che arrivano.

Come da consuetudine, ogni governo cerca di fregiarsi del titolo di "agevolatore" del processo edilizio proponendo variazioni normative più o meno significative, a volte necessarie a volte al limite dell'incomprensibile, ma che sempre vanno a complicare la vita di progettistici e uffici tecnici comunali.

Tra le più significative proposte del Decreto crescita del Governo Conte sicuramente le modifiche al vincolo di distanza tra fabbricati di 10 metri risalente al DM1444/1968, silenzio assenso per opere su beni culturali vincolati e bonus vari tra cessioni volumetriche, antisismica e risparmio energetico.